DIETA & DINTORNI

Bella fuori

Le tue esperienze con diete & Co.

 

MANGIO PER COLMARE UN VUOTO CHE NON E' NELLO STOMACO

di Shakiko - 15.01.06 h. 13.56, su  http://shakiko.splinder.com/ (blog disattivo)

 

Stamani ho litigato con mamma per la dieta.

È vero a volte non la rispetto, ma cara mamma, come puoi pretendere che io mi sazi con una micro-fetta di formaggio e un'insalata? Come puoi pretendere che non mi vengano a noia le verdure al vapore? La verità, mamma, è che ci tieni più tu alla mia dieta che io. E ogni volta che torno a casa mi dici bè, quanto pesi? Lo sai che quando io mi sono sposata avevo la taglia 40? tu diventerai obesa!!

Vi spiego: ha trovato su internet come si calcola l'indice di massa corporea o qualcosa del genere, si è fatta il calcolo, 1,52 di altezza per 67 kg ed è venuto fuori che su questa tabella sono al limite massimo del sovrappeso, un'altra tacca e faccio parte degli obesi. Sì è vero sono grassa e sformata, ho un culo che sembra una forma di parmigiano reggiano ben stagionato, lo so che devo dimagrire e anche io voglio dimagrire ma... IO NON MI SAZIO MAI.

Qualche mese fa avevo fatto un test su internet sui disturbi alimentari, il responso dell'oracolo è stato "SEI FORTEMENTE BULIMICA". Io non gli ho dato molto peso perché non lo ritenevo attendibile, ma anche mamma dice che è assolutamente vero. Diagnosi di mamma: io non sono mai sazia perché sono estremamente insicura, non mi sento amata e per questo cerco di colmare questo vuoto interiore con il cibo. Anche se oggi ho sclerato poi c'ho riflettuto... ed è vero. Io mangio anche quando non ho assolutamente fame.

Finora mi sono auto-giustificata dicendomi "mangio così tanto perché mi piace mangiare". Trovo un gusto smodato nel cucinare e nell'apprezzare il cibo, per me il primo boccone di ogni piatto è fondamentale, di solito lo assaporo lentamente ad occhi chiusi per carpirne ogni sfumatura di sapore... A me piace tutto. Non ho mai trovato nessun alimento (purché sano e genuino) che non mi piaccia. C'è chi non mangia il broccolo, a chi fa schifo l'uovo sodo, beh io mangio tutto. All'inizio lo consideravo un vantaggio perché pensavo: se davvero riesco ad andare a lavorare in Africa devo abituarmi a mangiare pure le cavallette.

Prima mi consideravo semplicemente un'edonista, ma questo mi sta davvero portando a un disturbo alimentare? È vero che io mangio per colmare un vuoto che non è nello stomaco? E se è davvero così, come porre rimedio? Come posso tornare ad essere una persona normale?

 

Se un tuo contributo è citato qui, vuol dire che ci è piaciuto tanto, al punto che abbiamo voluto condividerlo con il nostro pubblico. Se, tuttavia, non desideri più che venga pubblicato, scrivici.

 

Vai alla Homepage di Chiara's Angels

Vai all'indice di Alimentamiamoci

Vai alla sezione "bella fuori"

Stampa questa pagina


Valid HTML 4.01 TransitionalValid CSS