LA SCRITTRICE... SEI TU

Spazio Autrici

Poesie di... Nur

I tuoi occhi  - La mia rabbia (e la mia ora più buia) - Sono io il tuo bene? - Tu

 

I TUOI OCCHI

I tuoi occhi

sono vento e tempesta

cieli grigi di nubi

dense di fulmini e tempesta

prati d'estate e paludi salmastre

mare increspato, vento di bufera

prati brulli, alberi piegati dal vento

luminosi scuri mutevoli

non sai nemmeno quanto sono belli

i tuoi occhi

duri, spietati, innamorati

dolci come gli uomini senza pietà

spietati come gli uomini dolci

acqua sul fuoco

fuoco sulla paglia

sale sulle ferite

sangue che sgorga come l'acqua

nel lago piatto e immutevole del destino

i tuoi occhi

sono il mio respiro

che riposa nella notte buia

la luna pallida e annoiata

che vaga fra le stelle

sono le stelle il sole

freddi caldi folli scellerati

come il fuoco

un fiume in piena che tortura i sassi

i tuoi occhi

sono le tue mani le tue parole

vengono dal profondo

abisso del tuo cuore

io mi ci perderò

perderò la mente le parole

e loro mi strapperanno uno ad uno

le unghie i denti i capelli

i tuoi occhi

non possono fermare il dolore

non chiuderli

non fermarli

non guardare indietro

passeranno i giorni

che non sono i tuoi

che non sono i miei

bruceranno le campagne

arderanno le nubi nei cieli

ma nulla arde al mondo

più dei tuoi occhi

tristi felici coraggiosi spaventati

liquidi aridi di sole di ombra

ogni lacrima è sangue

che riga e cade

in questo mare cattivo

avido

immutabile che è la vita...

ma tutto si perde

nella mia notte scura

Nur

 

TU

Dove tu vivi si posa la luce

Tu dai senso a tutte le cose

il tuo respiro

è sole al mattino

lo respirerò al mio risveglio

Il tuo sangue scorre veloce

un fiume senza argini

la tua pelle

dune di sabbia sotto il sole

il tuo respiro

acqua tumultuosa

ruscello che sussulta

guardo il tuo corpo

liscio come il silenzio

lama di pugnale

la verità non detta

veloce il tuo passo

e la tua lingua

Un giorno precipitavo

e tu c'eri

hai guardato nei miei occhi

mi hai vista morire

sole il tuo sorriso

si posa lento su di me

conosci tutto di me

non sono io la luce

la luce brilla di colori

mille colori

nei tuoi occhi

mi disorientano

sei il mattino splendente

sei la notte fredda

sei luna d'argento

cuore trafitto

dolore

angoscia

morte

vita

notte

alba

giorno

sera

parole

silenzio

stella

orizzonte

mare lontano

mare rosso sangue

sotto le nubi nere

strappo nelle vene

e di nuovo morte

Nur

     

LA MIA RABBIA (e la mia ora piÙ buia)

Nell'ora del bisogno

tu non ci sei

tendo la mano

e non trovo la tua

Nell'ora più buia

Non esiste un luogo

per nascondermi

la rabbia mi trova

e nessuno può salvarmi

lei mi chiama

mi prende

sanguinando da una corona di spine

guardandomi da un fosso profondo

respirando forte sulla mia faccia

il suo respiro di serpente, pestilenza, putrefazione

non si ferma la distruzione

e nessuno mi salva da lei

nessun aiuto, nemmeno il tuo

Io danzo ogni giorno nel fuoco

e lei mi brucia per gioco

mi toglie la speranza

mi fa piangere sola

Perdonami mamma ho sbagliato

Sono stata per anni la rabbia

Sono stata la forza del vento

la strega dei boschi

la figlia dell'aria

E la mia rabbia è salita

da terra agli alberi

cavalcando la brezza ed i venti

la sua voce mi ha incantata

c'era lei sola per me

ed io l'ho seguita

lei mi ha colpita

mi ha tolto il respiro, ho sperato per sempre

ma solo lei mi ha tenuta in vita

per farmi impazzire

per farmi sentire le sue unghie nel cervello e nei pensieri

senza più controllo

ma con un piano perverso

Ora muoio per te

muoio per mio padre, dov'è?

muoio per un uomo

e per mille uomini

E' l'ora del bisogno

tu dove sei?

la mia carne sussulta

respiro il tuo, il suo, il loro nome

ma non c'è risposta...

c'è un posto migliore per me

lontano, molto lontano da qui

una terra perfetta

ma prima io devo morire

liberami ti prego, mandami per la mia strada

tu lo sai, il tempo ha il suo modo

di prendere tempo

di trovare la solitudine

di consumarmi nel dolore

e tu amore mio...

mi stringerai ancora?

mi vorrai sempre?

tu solo mi conosci...

tutta la mia vita è un castello di sabbia

è costruito sul passato

ma è giunto il tempo

in cui tutto finisce

e questa cosa bella è finita

nella mia ora più buia

Nur

SONO IO IL TUO BENE?

Sono io il tuo bene?

sono in fondo al pozzo

nell'abisso dei tuoi occhi

dentro le tue lacrime

e oltre il vento

soffiami via fuori dal cuore

e maledici il mio nome

odiami per sempre

odia il mio respiro

e non volere il tuo

così moriremo

non per vecchiaia, non per usura, non per le lacrime

ma perché abusiamo di noi

era un futuro luminoso

prima di me

cerca la luce vera

Sento i tuoi pensieri

Il mio veleno ti inonda la mente

Senti le mie dita

Senti le mie labbra

Il mio respiro in te

è il respiro freddo della morte

sputami fuori dai polmoni

schiaccia la mia testa

e ritorna a vivere..

Tu mi hai ridato la vita

ma io te la sto togliendo

Tu mi hai ridato la vita

ed io servirò te solo

ucciderò, mi ucciderò per te

tu sei terra, mare, aria

vento che soffia dalle viscere dell'inferno

fuoco sull'acqua, inverno, ghiaccio che brucia

sole nero come la notte, terra sradicata,

lancia insanguinata, spina conficcata...

entra nel mio cuore e fermalo

strappalo, squarcialo, distruggilo

e bada che sia per sempre..

stavi naufragando... salvati ora

finché puoi.. io sono la peste

potresti incontrarmi fra le onde

o nelle migliaia di miglia di vuoto

affogami, mi mancherai

mi mancherà il tuo caldo abbraccio

mi mancherà ogni prima volta

la sicurezza che mi dai, la tua forza

schiaccia questo serpente

dal veleno senza fine

il serpente che mi scorre nel sangue

il drago che dorme nelle mie vene

l'ombra nera venuta da lontano

sulla luce che bacia le tue ciglia

distruggimi

terminami

denigrami

devastami

sono pronta all'estinzione

sono un animale da distruzione

Nur

     

Vai alla Homepage di Chiara's Angels

---> Visita il Blog letterario "Spazio Autrici"

Vai all'indice di "La scrittrice sei tu! "

Vai alla sezione "sp@zio autrici"

Stampa questa pagina

 

Valid HTML 4.01 TransitionalValid CSS