IN FORMA DENTRO E FUORI

Bella fuori

Nuoto: quando una disciplina diventa passione

di Amanda Nebiolo

 

Amanda Nebiolo ha ottenuto il brevetto come istruttrice di nuoto dalla F.I.N. (Federazione Italiana Nuoto) nel 2000.

 


SPORT COME ARMONIA TRA CORPO E MENTE

Sport come passione, come equilibrio interiore, come armonia tra corpo e mente, proiettati entrambi verso un obiettivo comune, verso il raggiungimento di prestazioni migliori. Eppure nessuno sa, quanto chi pratica una disciplina sportiva con tenacia, in che misura questo possa significare allo stesso tempo sacrificio, rinuncia e rigore.

 

DALLE IMPOSIZIONI ALLE SODDISFAZIONI

La mia è una storia simile ad altre, iniziata con i capricci di una bimba che avrebbe preferito essere portata altrove, ma che per maggiore praticità veniva accompagnata, due pomeriggi a settimana, nella piscina adiacente la scuola e sottoposta alle lezioni degli allenatori spesso fino a sera. Una bambina socievole, che desiderava giocare, muoversi ed esprimersi, ma soprattutto amava farlo da sola, dando segni inequivocabili di una personalità non subordinata, ma incline all'introspezione, non predisposta all'attività di squadra, quanto piuttosto tesa a definire i propri metodi e le proprie modalità d'azione.

Oggi so che, se uno sport inizialmente imposto e subíto è potuto diventare nel tempo una mia personale scelta e, in ultimo, uno dei miei principali motivi di soddisfazione, significa probabilmente che quella che ho giudicato "praticità altrui" era, invece, sensibilità e capacità di un genitore di cogliere le caratteristiche e assecondare le inclinazioni di una figlia che non aveva ancora sviluppato gli strumenti e la criticità per poter scegliere.

 

UN CORPO CHE DA SEMPRE SENTO MIO

A chi ha saputo amarmi oltre il mio limite di comprensione, devo un corpo che da sempre sento mio e una mente che, attraverso il nuoto, ha imparato a dare valore al silenzio e all'ascolto di sé, alla cura dei propri ritmi biologici e alla consapevolezza delle proprie capacità e incapacità. Riconosco che lo sport, a sua volta, forgia il carattere e se in me un netto individualismo è prevalso ulteriormente sulla capacità di essere membro di un gruppo, non posso non individuare la concausa nel tipo di impostazione che ho ricevuto, ma che non ha di fatto compromesso in nessun modo il trasporto e l'attenzione verso il prossimo. In un corpo allenato alla resistenza e allo scatto si sviluppa e si radica una mente che ne condivide il ritmo, mentre lo spirito sportivo interpreta il rispetto per gli altri come estensione della cura di sé.

 

LO SPORT SECONDO LAO TZE

Alla formazione che mi è stata impartita devo un buon rapporto con me stessa e un atteggiamento propositivo nei confronti della vita, ma anche la reale comprensione di quella sintesi sportiva che Lao Tze ha saputo efficacemente riassumere nella breve massima che recita: "Colui il quale esercita il controllo su altri è potente, ma più potente ancora è chi sa dominare se stesso".

Amanda Nebiolo


Vai alla Homepage di Chiara's Angels

Torna all'indice di "In forma dentro e fuori"

Vai alla sezione "bella fuori"

Stampa questa pagina

 

Valid HTML 4.01 Transitional Valid CSS